Back to series

Ognuno di noi, in quanto essere umano ha sete, non solo in senso materiale. Ciascuno ha bisogno di raggiungere qualcosa, un traguardo, un obbiettivo. Questa sete interiore deve essere placata in qualche modo: un successo nel lavoro, nello sport, la casa dei sogni. Tuttavia quando arriviamo a cogliere l’oggetto del nostro desiderio ci ritroviamo senza nulla in mano e ricominciamo a desiderare qualcos’altro.

Ci illudiamo di trovare qualcosa, ma nulla ci soddisfa veramente e pienamente.

Giovanni 7: 37-38 La promessa dell’acqua viva

37 Nell’ultimo giorno, il grande giorno della festa, Gesù levatosi in piedi esclamò ad alta voce: «Chi ha sete venga a me e beva 38 chi crede in me; come dice la Scrittura: fiumi di acqua viva sgorgheranno dal suo seno».

Gesù non si nasconde, ma alzato in piedi esclama una verità fondamentale. Anche oggi, nel 2017, Gesù si alza in pedi nella nostra vita per trasmetterci qualcosa.

In piedi a voce alta sta chiamando e dice: “se qualcuno ha sete”. Lui sa bene che tutti noi abbiamo sete, non in senso materiale. Sa bene che cerchiamo di raggiungere qualcosa per placare questo senso.

Pascal diceva che ogni uomo ha un vuoto dentro a forma di Dio, possiamo provare a riempirlo con tutto quello che vogliamo ma non riusciremo mai a colmarlo. Solo Dio può riempirlo!

Tante cose posso alleviare momentaneamente, ma se possedere belle case o macchine, o avere una bella vita bastasse per essere appagati, come si spiega che proprio chi è all’apice del successo cade nella depressione e non riesce ad essere appagato?

La verità è che quel vuoto lo può riempire solo Dio.

Gesù dice: “se hai sete vieni a me”. E’ inutile cercare altrove, non riuscirai a soddisfarla in alcun altro modo.

L’invito è aperto a tutti, nessuno escluso! Chiunque può andare a Lui. Gesù non dice che bisogna prima essere una buona persona, che prima devi fare qualcosa o prepararti. Vieni semplicemente, se sei assetato vai da Gesù e bevi!

Bere vuol dire fare entrare dentro, invitarlo a far parte della nostra vita. Questo è quello che stanno testimoniando oggi queste persone attraverso il  battesimo.

Ma ricorda: guardare qualcuno bere non placherà la tua sete, devi andare da Gesù.

E la sua promessa è che fiumi di acqua viva sgorgheranno. Non solo Gesù placa la tua sete e i tuoi bisogni, ma è così traboccante che avrai una sorgente in te e non avrai più sete!

Matteo 11: 28 Venite a me voi tutti che siete affaticati e oppressi e io vi darò riposo.

Gesù chiama gli assetati, chiama gli stanchi (non i santi), Lui cerca chi ha bisogno. Il suo riposo ti permette di vivere in pace, di essere dissetato anche nelle circostanze più avverse.

Nulla di complicato: vieni! Poi il resto lo sistemerai pian piano, mentre cammini insieme a Lui. Non devi essere abbastanza bravo per meritarlo, Lui ha già fatto tutto!

Tutto questo lo si riceve per fede, senza complicazioni umane. Solo fiducia in Lui e nella Grazia.

Ti è solo richiesto di fare due cose:

Atti 2: 38-29

38 E Pietro disse: «Pentitevi e ciascuno di voi si faccia battezzare nel nome di Gesù Cristo, per la remissione dei vostri peccati; dopo riceverete il dono dello Spirito Santo. 39 Per voi infatti è la promessa e per i vostri figli e per tutti quelli che sono lontani, quanti ne chiamerà il Signore Dio nostro».

Ravvederti

Fare marcia in dietro, cambiare la direzione. Questo è il significato di pentimento. Fare una inversione a U. Non vuol dire che non sbaglierai più strada, ma che scegli che la direzione della tua vita è un’altra.

Vuol dire scegliere di lasciarsi aiutare nella guida della tua vita. Butta via il tuo navigatore e lascia che sia Gesù a darti le indicazioni per trovare la strada.

Battezzarti

Pietro parlava a delle persone adulte, che avevano sete. Il battesimo è l’espressione esterna di qualcosa che è successo nella tua vita. E’ il modo di esprimere pubblicamente quel cambiamento interiore. E’ un po’ come mettere l’anello al dito nel giorno del matrimonio.

Lasciati andare, vai a Lui per ricevere vita in abbondanza. Ricevi e bevi, trova riposo, cambia direzione nella tua vita. Lui aspetta di eliminare la nostra oppressione e rinnovare la nostra vita.